Alain Elkann

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Giallista
Fantascienza
Romanziere
Poeta
Saggio
Tutti
Top Autori
Top Libri
Novita'
Contattaci
Aggiungi ai favoriti
Biografia Alain Elkann

Biografia Alain Elkann

Alain Elkann è un giornalista e scrittore italiano. Ha origini religiose ebraiche e nazionali francesi ed americane.

Nasce da un padre francese e da una madre italiana, ambedue di religione ebraica. Il padre, Jean-Paul Elkann (1921-1996), banchiere e industriale, è stato presidente della Comunità ebraica di Parigi (1967-1982) e a lungo ai vertici dell'amministrazione della Christian Dior SA. La madre, Carla Ovazza, discende da una famiglia di banchieri di Torino (nel 1976 sarà vittima di un sequestro di persona). Un suo zio, il banchiere Ettore Ovazza (1892-1943), convinto aderente al Fascismo e amico di Mussolini, fondatore del giornale ebraico antisionista La Nostra Bandiera, fu assassinato nel 1943 dai nazisti insieme a tutta la sua famiglia.

Alain Elkann ha sposato nel 1975 Margherita Agnelli, figlia del defunto presidente della FIAT Gianni, dalla quale ha avuto tre figli dei quali due hanno intrapreso la strada del nonno, Lapo Elkann e John Elkann. Dopo il divorzio si è successivamente risposato con Rosy Greco.

Alain Elkann è stato sodale prima di Alberto Moravia e quindi di Indro Montanelli. Ha scritto numerosi libri, romanzi, saggi ed opuscoli, tra i quali spiccano i due in partecipazione con Elio Toaff (rabbino capo emerito di Roma) e con l'arcivescovo emerito di Milano Carlo Maria Martini, ed inoltre un libro con il re giordano Abdullah.

Tema a lui caro è quello della fede ebraica in rapporto alle altre religioni, ed essere ebrei oggi. È anche giornalista televisivo, conduttore dal 1991 di programmi di interviste su Telemontecarlo. Ha collaborato con varie testate giornalistiche, fra cui La Stampa, Il Messaggero e Capital.

Dal 2004 è presidente della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino. Dal 2007 è presidente della Fondazione CittàItalia. Il 16 maggio 2008 è stato nominato consigliere per gli eventi culturali e per i rapporti con l'estero dal Ministro Sandro Bondi.