Si Vive Solo Due Volte

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Giallista
Fantascienza
Romanziere
Poeta
Saggio
Tutti
Top Autori
Top Libri
Novita'
Contattaci
Aggiungi ai favoriti

Si Vive Solo Due Volte

Ian Fleming

Titolo originale: You Only Live Twice
Anno: 1964

Trama: James Bond e Tigre Tanaka sono allietati dai piaceri di giovani geisha e si sfidano in una partita di morra prima di appartarsi nell'ufficio del capo dei servizi segreti giapponesi a parlare di affari.

Soltanto un mese prima, M era molto scettico sulle capacità del suo agente migliore di recuperare il grave lutto che lo aveva colpito. Per questa ragione lo aveva "promosso" alla sezione dei rapporti con l'estero, assegnandogli il codice 7777 e la sede giapponese. A Tokyo aveva conosciuto Dikko Henderson, il suo corrispettivo australiano, che lo aveva presentato al capo dei servizi segreti giapponesi. I rapporti tra governo britannico e giapponese ottenevano notevoli sviluppi positivi, grazie al lavoro di Bond che riceveva da Tigre Tanaka un documento sovietico, decrittografato con il sistema magic 44, che parlava di Kruscev e di esperimenti nucleari .

Tornando nell'ufficio di Tanaka, il funzionario giapponese racconta a James Bond di un atipico occidentale collezionista di morte: il dottor Shatterhand coltiva con la moglie nel giardino del suo castello piante velenose. Inoltre i laghetti del parco sono popolati di piranha. Tale giardino è diventato meta dei suicidi di molti giovani giapponesi. Il servizio ha le mani legate (anzi il dottore ha richiesto sistemi di sicurezza per non far entrare le persone). Tanaka spiega che, in pagamento alle informazioni passate, ha chiesto al ministero britannico la possibilità di usufruire della consulenza di James Bond per alcuni giorni. Quindi gli ordina di uccidere il dottor Shatterhand.
James Bond è portato da Tigre in un locale dove avvenenti ragazze lo trasformano in giapponese. Quindi i due prendono il treno per Fukuoka.
Giunti a Fukuoka, James Bond e Tigre Tanaka studiano la pianta del castello fortezza. Il giapponese mostra delle foto del dottore e di sua moglie e l'agente britannico scopre con estremo stupore che si tratta in realtà di Ernst Stavro Blofeld, il fondatore della SPECTRE e della sua compagna Irma Bunt.
Per giungere alla fortezza senza attraversare il giardino dei suicidi l'unica via è a nuoto dall'isola di Ama. L'isola è popolata da pescatrici e Tigre ha organizzato il soggiorno di James Bond presso la casa di Kissy Suzuki, una ragazza che qualche anno prima aveva provato senza successo la carriera di attrice ad Hollywood.
James Bond è accolto sull'isola dalle pescatrici a seno nudo ed è accompagnato alla casa di Kissy Suzuki.
Il mattino dopo e per alcuni giorni esce con lei a pescare. Una sera però non rientra e nuota fino al castello. Riesce a nascondersi per qualche ora ma viene scoperto da Blofeld che inizialmente lo scambia per un minatore giapponese. E' Irma Bunt, mentre lo tortura, a scoprire che è 007.
L'agente segreto riesce a liberarsi e ad assassinare Blofeld. Quindi scappa dal castello volando via con un pallone d'elio installato dalla polizia per segnalare il pericolo del giardino. Precipita però in mare dove lo salva Kissy Suzuki. L'uomo giace in gravi condizioni che portano alla perdita della memoria. La donna decide così di curarlo e tenerlo per sempre con sè.
M, informato della morte del suo agente migliore, scrive un commosso necrologio. Dopo molti mesi di convivenza more uxorio con la giovane giapponese, che non gli ha rivelato nulla del suo passato, Bond viene molto colpito dall'attracco, nel porticciolo dell'isola, di un vapore sovietico proveniente da Vladivostok; l'evento gli agita nella memoria ricordi confusi, che non riesce a focalizzare.
Con una induzione tragicamente azzardata Bond, ignaro della sua identità, ipotizza di poter essere un marinaio russo colpito da amnesia in seguito a un incidente navale e si risolve a cercare di contattare gli ufficiali della nave sovietica in cerca di indizi sul suo passato. Così si chiude il romanzo, preludendo allo incipit dell'ultima avventura di Bond firmata da Fleming "L'uomo dalla pistola d'oro", che vede un bond ridotto ad automa da un lavaggio del cervello subito ("fuori scena") durante il suo soggiorno in Urss, cercare di uccidere "M" con una pistola


Commenti


Nome
Commento