La Spia Che Mi Amava

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Giallista
Fantascienza
Romanziere
Poeta
Saggio
Tutti
Top Autori
Top Libri
Novita'
Contattaci
Aggiungi ai favoriti

La Spia Che Mi Amava

Ian Fleming

Titolo originale: The Spy Who Loved Me
Anno: 1962

Trama: Io
Vivienne Michel si presenta come una giovane ragazza fuggita dall'Inghilterra dopo una lunga serie di storie sentimentali finite a male. Nel suo peregrinare, ha deciso di attraversare gli Stati Uniti e ha trovato lavoro nell'ultima settimana prima della sosta invernale dell'hotel Pini sognanti nel mezzo dei boschi degli Adirondack.
Il suo impegno è imparare il più possibile dell'albergo proprio per realizzare la chiusura finale, dato che i gestori devono andarsene l'ultimo giorno di apertura.
La sera successiva alla chiusura rimane così da sola nella grossa costruzione a riflettere sulla sua vita e ad impaurirsi per i rumori sinistri.
Ad un certo punto si ricorda di non aver cambiato il cartello all'ingresso che informa ancora della presenza di stanze libere. E mentre sta per uscire a cambiare il cartello, suonano alla porta.
Loro
Mentre sta per scatenarsi una bufera, Vivienne fa entrare due loschi figuri che si presentano come impiegati di Mr. Sanguinetti, il proprietario dell'albergo. Sol Horror Horowitz e Sluggsy Morant sono ripugnanti anche fisicamente e Vivienne è immediatamente impaurita.
I due trattano subito male la donna costringendola in cucina a preparare vivande calde. Quindi iniziano a maltrattarla. La donna riesce a divincolarsi e a scappare nei boschi ma Sluggsy affronta il freddo, la raggiunge e la riporta in casa.
Essendo affetto da alopecia, Sluggsy non trattiene il muco che gli scende dal naso infreddolito e, infastidito da ciò, schiaffeggia la donna.
I due si preparano a violentarla quando ci si accorge che il cartello fuori all'albergo indica ancora stanze libere e suonano alla porta.
Lui
James Bond, rimasto in panne nella bufera mentre attraversa gli Stati Uniti dalle Bahamas, dove aveva concluso una missione di lavoro (l'Operazione tuono), chiede di essere ospitato.
I tre sono costretti a farlo entrare ed inizialmente lo trattano come ospite ma ben presto l'agente segreto capisce che c'è qualcosa che non va. Notando che sta diventando sospettoso, i due imprigionano anche lui. Ascoltando i loro discorsi, 007 e Vivienne scoprono che Mr. Sanguinetti vuole incendiare l'hotel facendo trovare il corpo della ragazza tra le macerie per farla incolpare ed intascare l'assicurazione.
James Bond riesce a liberarsi e ad uccidere i due tirapiedi di Sanguinetti. Quindi a malincuore se ne va, lasciando alla ragazza un semplice riferimento burocratico nel caso la polizia non credesse alla sua storia il mattino successivo.


Commenti


Nome
Commento